C’È CHI LO ATTENDE | Stampa |
Rubriche - Favole e filastrocche

C’è chi lo attende con una candela in mano,
mentre sussurra una preghiera piano, piano,
chi invece canta in coro una canzone
e lo aspetta insieme ad altre persone!

C’è chi lo attende in un letto d’ospedale,
e spera che gli faccia sparire ogni male,
chi invece, con preoccupato cipiglio,
aspetta pure la nascita del figlio!

C’è chi lo attende con in mano un fucile,
e spara, spara anche se dentro si sente un vile,
chi invece si rifugia dietro le mura diroccate
e spera in cuor suo in meno ostilità e armate!

C’è chi lo attende con il presepe lì vicino,
e le luci intorno all’albero, è un bambino,
lui sa bene cosa vuol dire attendere il Natale,
ma gli adulti se lo scordano, questo è un male!

C’è chi lo attende con uno scopo preciso in mente,
ed aspetta quindi di guadagnar qualcosa dalla gente,
difatti c’è chi dà più importanza ai regali,
ma il Natale non viene per fini commerciali!

In un modo o nell’altro lo si attende comunque,
il Natale va in giro, va dappertutto, ovunque,
e se c’è qualcuno che non lo vuole per niente,
arriva pure da lui, arriva lo stesso, arriva sempre!



Gritta Maria Grazia

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information