Link sponsorizzati

Calendario eventi

Last month September 2013 Next month
M T W T F S S
week 35 1
week 36 2 3 4 5 6 7 8
week 37 9 10 11 12 13 14 15
week 38 16 17 18 19 20 21 22
week 39 23 24 25 26 27 28 29
week 40 30

Newsletter

Iscriviti alla newsletter settimanale gratuita del portale

Nome:

Email:



SERENELLA, LA FATA DEL CARNEVALE PDF  | Stampa |
Rubriche - Favole e filastrocche

arlecchinoDi Maria Grazia Gritta


La fata Serenella, con tocco originale,
decise un giorno d’inventar il carnevale.
Tra gennaio e febbraio, in quei giorni,
non si vedeva un’anima viva nei dintorni!


La gente se ne stava sempre rintanata,
in casa o al lavoro per tutta la giornata.
Per farla uscire bisognava idear qualcosa,
che l’attirasse come l’ape su una rosa.

Qualcosa che la facesse anche divertire,
su questo non c’era nulla da ridire!
Iniziò subito a pensar al suo intento,
e per farlo prese in mano il suo strumento.

Con la bacchetta magica di color turchese,
fece apparir rotoli di stoffa d’ogni paese,
poi l’ago ed il filo, da lei incantati,
avrebbero cucito tanti abiti mascherati!

Con quelli la gente si sarebbe travestita,
cambiando così l’immagine d’una vita.
La fata prese allora la bacchetta color giallo,
e si udì suonare una musica da ballo.

Poi apparvero tante maschere per coprir il viso,
che avrebbero mutato fisionomia all’improvviso.
Così le persone non si sarebbero riconosciute,
potevano ridere, scherzare e far pure battute!

Non sapevan più con chi stavano ballando,
col volto ben celato, mentre stavan conversando!
La fata infine prese la bacchetta color rosso,
e tanti coriandoli scesero a piover loro addosso.

Ma anche lunghe strisce di stelle filanti,
ed i bimbi presero a tirarsele, l’un l’altro, esultanti!
Ci fu chi trovò pure qualche trombetta,
e si sbrigò a suonarsela in tutta fretta.

Chi scovò invece copricapi colorati,
parrucche ed altri gingilli strampalati.
Tutti ormai si erano ambientati alla festa,
bardati com’erano dai piedi alla testa!

Ma soprattutto non mancava l’allegria,
nessuno voleva che se ne andasse via!
Così risero e scherzarono mascherati per giorni e giorni,
e le persone uscivano di casa dappertutto nei dintorni.
Quel periodo festoso fu chiamato Carnevale,
dalla fata Serenella con tocco originale!



 

Link sponsorizzati

Per la tua pubblicità

Banner

Bimbi e casa abbigliamento e biancheria

Abbigliamento per bambini...
Banner
...qualità e convenienza per le famiglie
Informativa sull'uso dei cookie Privacy Policy

Licenza Creative Commons
Bambini a Bergamo by www.bambiniabergamo.it is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.bambiniabergamo.it.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information