Link sponsorizzati

Calendario eventi

Last month July 2015 Next month
M T W T F S S
week 27 1 2 3 4 5
week 28 6 7 8 9 10 11 12
week 29 13 14 15 16 17 18 19
week 30 20 21 22 23 24 25 26
week 31 27 28 29 30 31

Newsletter

Iscriviti alla newsletter settimanale gratuita del portale

Nome:

Email:



LA BEFANA VIEN DI NOTTE in scena ad Albino PDF  | Stampa |
Vita in provincia - Teatro in provincia

Sabato 6 gennaio alle ore 16.30, presso l'Auditorium Benvenuto e Mario Cuminetti di Albino, verrà messo in scena lo spettacolo dal titolo LA BEFANA VIEN DI NOTTE di Teatro Prova, con Patrizia Geneletti e regia di Oreste Castagna.

Lo spettacolo è per tutti, dai 3 anni (durata 60 minuti).

Befanì, Veggia Bacucca, Vecchia Vegeta, Pifanie, Strieta, Marantega, Barbasa, Buffaneigghie: tanti nomi ha la befana, la signora misteriosa che, in fondo a quella calza lunga lunga appesa vicino al camino, lascia carbone oppure doni.
Viene da lontano, a cavallo della sua fedele scopa e la scorta di regali: arriva allo scoccare del 6 di gennaio, in una notte che sa di magico e misterioso.

Si dice che in quella notte gli animali parlino fra loro il linguaggio degli uomini, i prati si riempiano di fiori, l’acqua dei ruscelli si trasformi in olio o in vino.
Ma guai a chi osasse guardare tutti questi prodigi: rischierebbe la triste sorte di quel carrettiere che spiò la strana conversazione tra il suo cavallo e la Befana.

Il fatto che sia vecchia, col naso bitorzoluto, con i capelli arruffati e stopposi come una strega non significa che sia malvagia: è vero che si mangerebbe i bambini…ma di baci!!!
In accordo segreto con la sua civetta spia, tiene ben segnate su un libro tutte le impertinenze che hanno commesso durante l’anno per premiarli o punirli con quel carbone che prepara facendo legna e bruciandola mentre sferruzza calze.
Ma la Befana ama i bambini, adora portar loro i regali seguendo mappe che soltanto lei riesce a decifrare: calandosi dai camini a volte troppo angusti e fuligginosi, si trova tra calzini puzzolenti e camerette in disordine per raccogliere i soffi dei loro desideri con la scatola raccoglisogni.

È proprio il sogno di Arianna, che vuole “che tutti siano più buoni”, a spingere la Befana a cercare il fiore del cuore: è un piccolo fiore giallo, il fiore d’oro dell’Oriente, il fiore dell’armonia: Kiku.
E dal quel giorno in ogni calza che riempie lascia un seme di quel fiore tanto prezioso e unico.

E pensare che tutto questo viene da molto lontano: da Strenia, lo spirito delle feste dell’antica Roma, la personificazione della salute pubblica, quella da cui è cominciato l’ambaradam dei ‘portaregali’: San Nicola, Santa Lucia, i Morti, i Magi, San Simone, San Martino, Santa Caterina, Sant’Antonio Abate, Babbo Natale, perfino il Bambino Gesù!

 

Link sponsorizzati

Per la tua pubblicità

Banner

Bimbi e casa abbigliamento e biancheria

Abbigliamento per bambini...
Banner
...qualità e convenienza per le famiglie
Informativa sull'uso dei cookie Privacy Policy

Licenza Creative Commons
Bambini a Bergamo by www.bambiniabergamo.it is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.bambiniabergamo.it.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information